Se ti trovi su questa pagina quasi sicuramente sei alla ricerca di rimedi e tecniche per aumentare e migliorare la tua motivazione.

  • Forse ti senti stanco e annoiato dalla tua routine e senti che vorresti cambiare qualcosa, ma non sai come farlo.
  • Oppure appena alla tua mente si affaccia un nuovo progetto ti senti pieno di energia, ma dopo pochissimo tempo perdi motivazione e ti ritrovi a ciondolare senza sapere come andare avanti.
  • O ancora ti senti bloccato, stufo, sai che devi cambiare qualcosa ma non sai bene cosa, né come.
Fallisci ancora, fallisci meglio, questa è la strada giusta per il successo.

La motivazione centra in tutto questo e razionalmente lo sai.

Ma che cos’è esattamente questa tanto decantata motivazione e perché è così importante per la realizzazione di noi stessi?

Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto

Thomas Jefferson

Motivazione significato

La Motivazione racchiude tutti quei motivi che ci spingono in una determinata direzione, verso una qualsiasi azione o non-azione del nostro essere.

  • Se sei ben motivato, tenderai ad agire nella giusta direzione per cercare di ottenere gli obiettivi che ti sei prefissato.
  • Se non sei motivato, la tua concentrazione e l’energia che impiegherai sarà molto minore, e pertanto più difficile sarà raggiungere i risultati che desideri.


Sembra frustrante, vero?

Ma adesso ti dirò una cosa.


Puoi allenare la tua motivazione.

Proprio come faresti per allenare il tuo fisico, grazie a un po’ di costanza e grazie all’uso di alcune tecniche.

Anche un sasso può sognare di diventare uno scoglio.

Ora, se vuoi passare al sodo, vai direttamente alle Tecniche per migliorare la Motivazione, anche se ti consiglio di avere ancora un po’ di pazienza, e di continuare a leggere.

Voglio infatti introdurre una piccola differenza, quella esistente tra Motivazione intrinseca e Motivazione estrinseca.

Motivazione intrinseca

La motivazione intrinseca riguarda tutte quelle sensazioni ed emozioni positive che proviamo mentre facciamo qualcosa che ci piace. È una motivazione legata a una spinta personale interiore, che ci porta a compiere azioni nella direzione che desideriamo, assecondando la nostra curiosità. È una motivazione che continua ad autoalimentarsi durante tutto il processo delle nostre azioni, a prescindere dal raggiungimento del risultato ed è solitamente accompagnata da una certa dose di autostima e passione per quello che si sta facendo.

E tu, stai work harder?

Motivazione estrinseca

La motivazione estrinseca, al contrario, è direttamente collegata all’idea che, compiute certe azioni, riceveremo una gratificazione esterna. Come ben potrete immaginare, la motivazione estrinseca è più “labile” e meno potente: ci spinge in una certa direzione solo perché vogliamo raggiungere un certo risultato, e goderne delle conseguenze. Non dipende quindi solo da noi, ma dall’idea che ci siamo fatti rispetto a quello che vogliamo ottenere.

Indovina qual è uno dei principali fattori di motivazione estrinseca?

Al di là di questa semplice differenziazione terminologica, è bene sapere che in ogni cosa che facciamo, esiste una certa dose di Motivazione intrinseca e un’altra di Motivazione estrinseca. Lavorare sulla prima, però, darà sicuramente risultati più soddisfacenti e a lungo termine, aiutandoci fortemente verso una vera crescita personale.

Teorie sulla motivazione

Non analizzeremo nel dettaglio le decine di diverse Teorie della Motivazione, perché ai fini del nostro lavoro non è necessario farlo. Non possiamo però non citare almeno quella più famosa, attribuita a Maslow, psicologo statunitense.

La Motivazione per Maslow

L’argomento principale della sua impostazione teorica si ritrova nella cosiddetta Piramide dei bisogni di Maslow, di cui avrete almeno sentito parlare.

Lo studioso americano compie infatti un’importante classificazione dei bisogni umani, distinguendoli per grado di priorità:

  • alla base della piramide i bisogni fisiologici (respiro, alimentazione, sesso, sonno, omeostasi)
  • poi, i bisogni di sicurezza (sicurezza fisica, di occupazione, morale, familiare, di salute, di proprietà)
  • in seguito si arriva a bisogni “superiori”, di appartenenza (amicizia, affetto familiare, intimità sessuale)
  • poi, i bisogni di stima (autostima, autocontrollo, realizzazione, rispetto reciproco)
  • e per finire, i bisogni di autorealizzazione (moralità, creatività, spontaneità, problem solving, accettazione, assenza di pregiudizi). Proprio questi ultimi, pur trovandosi alla cima della piramide, sono bisogni molto potenti, che possono essere identificati come lo scopo della nostra esistenza. Proprio per questa ragione risultano essere così interessanti nell’ambito della Comunicazione e del Marketing.

Piramide di Maslow e Marketing

Cerchiamo quindi di entrare più nel dettaglio e capire come lo studio della Piramide di Maslow può aiutarci ad ottenere i nostri obiettivi di Marketing.
Se infatti alla base troviamo bisogni comuni e condivisibili da tutti gli esseri umani, più saliamo verso la punta della Piramide e più le declinazioni dei bisogni divengono individuali e specifici. Quindi, la Piramide di Maslow ci suggerisce che il nostro piano di Marketing deve prevedere le seguenti due fasi:

  • Individuare un bisogno di un target specifico di individui (un gruppo di persone simili per caratteristiche e per aspirazioni)
  • Proporre un prodotto che genera valore per quel determinato bisogno, permettendo a chi lo acquista/ne usufruisce di soddisfarlo.

È importante inoltre non dimenticare che il passaggio da un gradino all’altro della Piramide presuppone il soddisfacimento del bisogno più “urgente” e solo in seguito il passaggio a quello successivo.

Non compriamo un oggetto perché costa poco o perché è bello,
ma perché soddisfa un nostro bisogno.

Ma ora, torniamo alla Motivazione.

Motivazione, come trovarla

Quella che segue è una lista di tecniche che quotidianamente utilizzo per aumentare la mia motivazione.

La Piramide di Maslow dello studente

Tecniche per aumentare la motivazione

Chiarisci i tuoi obiettivi, nel modo più preciso possibile

Avere un obiettivo generico non aiuta a tenere traccia dei progressi fatti per raggiungerlo.

Vuoi uno stipendio più alto? Stabilisci di quanto.
Non dire “Vorrei guadagnare di più”, ma “Entro i miei 40 anni voglio guadagnare almeno 2500€ al mese”.
Questo ti aiuterà a capire se le tue aspettative sono realizzabili nel tempo prefissato, spingendoti ad agire in quella direzione.

Vuoi dimagrire? Stabilisci quanto, o non saprai mai a che punto del lavoro sei arrivato.
Non dire “Voglio dimagrire”, ma “Voglio perdere 6 kg entro quest’anno”. Questa seconda frase, così precisa e temporalmente definita, ti aiuterà a dividere il macrobiettivo “Perdere 6 kg” in microbiettivi, quali perdere 1 kg al mese. Sarà quindi più facile monitorare l’andamento dei tuoi risultati, e questo potrà influire positivamente sulla tua motivazione.

Pensa come se avessi già raggiunto quell’obiettivo.

Se vogliamo davvero raggiungere un obiettivo, proviamo ad immedesimarci nella sensazione di benessere che immaginiamo proveremo quando l’avremo raggiunto.

Sono una donna di successo, quindi oggi pomeriggio invece di perdere tempo sui Social Network, aggiornerò il mio CV e mi candiderò per quella posizione lavorativa che tanto sogno.
Se penso di essere già una donna di successo, sarà più facile comportarmi come se lo fossi. E cambiando comportamenti e abitudini, sarà più facile raggiungere i risultati prefissati.

Sono magra, quindi non mangerò questa merendina e opterò per una più salutare macedonia di frutta.
Se penso di essere già magra, sarà più facile non cadere in tentazione e preferire scelte alimentari più salutari.

Circondati di persone positive

L’ambiente circostante può essere motivante o demotivante. Se senti che le persone che ti stanno a fianco non ti sostengono, è ora di trovare nuovi alleati che ti accompagnino nel tuo percorso di crescita personale.

Metti il peso su quattro spalle e il masso peserà la metà.

Circondandoti il più possibile di persone positive, vitali e motivate ti darà infatti una spinta a impegnarti con più costanza.